Bikaner – Il tempio dei topi

Bikaner – Il tempio dei topi

Ogni giorno iniziava con una leggera colazione, molto scarsa… Purtroppo non è facile trovare brioches fresche e nutella.
Banane, tantissime banane.
Uno degli aspetti più duri dell’ India è abituarsi al cibo, alle spezie, alla scarsa igiene che ci circonda.
Un giorno ad Agra ho visto come lavano i piatti: nei giorni di pioggia è veramente semplice trovare l’ acqua. Si raccoglie quella piovana con un grande contenitore e con l’ aiuto della tua mano passi il piatto più volte, immergendolo in quella stessa acqua che poco prima stava cadendo giù dal cielo.
Si partiva presto, alle 8 circa, tutte le mattine.
Le strade sono semi asfaltate: camion in contro mano, trattori che trainano dei mucchi di fieno grossi sei volte loro, mucche e ancora bambini, animali e persone.
L’ autostrada non è diversa dalla via di campagna, tutti vanno ovunque.
Bikaner, bellissima.
Quasi tutti gli hotel sono situati fuori dal centro, proprio come il nostro: Laxmi Niwas Palace.
Imponente, bellissimo, immenso. Ex residenza del Maharaja, oggi hotel di lusso.
Sotto il sole cocente e l’ umidità indiana abbiamo affrontato una visita in solitaria nel Forte di Bikaner meglio conosciuto come Junagarh Fort.
Oro, pietre preziose, troni e tanto lusso: ecco cosa ho potuto vedere in quel forte.
Sono veramente incantevoli, unici al mondo.
La dolce visione è subito diventata ricordo nel momento in cui, con il tuktuk, abbiamo deciso di andare a visitare la città vecchia…
Di nuovo quello che era stato amore a prima vista si è trasformato nel mio peggior incubo: degrado, povertà e purtroppo ignoranza.

Ma ancora una volta sono riusciti a stupirmi: a pochi km ( circa 30) da Bikaner è possibile andare a visitare qualcosa di veramente particolare: il tempio dei topi.
La leggenda narra che il figlio di un Maharaja si ammalò e morì. Il maharaja invocò il dio della morte per fare reincarnare il figlio in un topo; acconsentì dicendo che tutti i membri della famiglia non sarebbero mai morti ma reincarnati in topi.
Oggi il Tempio dei Topi vanta milioni di visitatori: credenti indiani e curiosi da tutto il mondo.
Non credete alle guide, i topi ci sono ovunque! E’ usanza portare del cibo ai topi (ma solo per gli indiani).
Loro credono a questo, a quello che è la loro religione. Forse hanno paura o forse, molto più semplicemente, non vogliono farsi domande, per paura delle risposte.

Related posts:

Share this:

1 Comment

  1. Jules
    Jules3 years ago

    I tuoi post sull’India sono sempre più interessanti! E le foto sempre più belle!

    http://julesonthemoon.blogspot.it/

Leave a Reply

Protected with SiteGuarding.com Antivirus